PER GLI ADDETTI AI LAVORI

Accedi alla nostra nuova sezione FAQ per avere le risposte immediate alle domande più frequenti.

In rilievo

PERCHE’ ADERIRE A EBNA

L’ADESIONE, NASCE DALL’OBBLIGO CONTRATTUALE DI GARANTIRE AI LAVORATORI IL WELFARE CONTRATTUALE E DALL’OBBLIGO NORMATIVO DI GARANTIRE LA CONTRIBUZIONE AD FSBA (D.LGS 148/2015)

Con la regolarità contributiva:

1. Si ha diritto alle prestazioni erogate dall’Ente Regionale di Riferimento in cui ha sede l’ unità produttiva dell’impresa. Per la Calabria l’Ente Competente è EBAC Calabria  http://www.ebac-calabria.it/wp/sostegno-al-reddito

2. Si accede alle prestazioni del Fono di solidarietà Bilaterale Artigianato FSBA http://www.fondofsba.it/

In rilievo

Ammortizzatori Sociali FSBA

Per le imprese in momentanea difficoltà è possibile accedere all’assegno Ordinario o di Solidarietà seguendo la procedura indicata sul sito http://www.fondofsba.it/


18 settembre 2019

Operativo il Nuovo Regolamento

Operativo dal 16 settembre il nuovo regolamento 2019


16 maggio 2019

DURC E ADESIONE ALL’ENTE BILATERALE ARTIGIANO

Ai fini del beneficio derivante da sgravi e agevolazioni contributive, oltre la questione del DURC sorge ormai da qualche anno, la questione legata all’obbligatorietà di alcuni enti bilaterali, la quale è stata recentemente avvalorata dalle disposizioni recate dal Titolo II del d.lgs. n. 148/2015 in materia di “Fondi di solidarietà”. La cogenza dell’obbligo di iscrizione – oltre che dei correlati adempimenti – scaturisce dall’ intervento degli artt. 26 e 27 del d.lgs. n. 148/2015 e, con essi, la regimazione della bilateralità ai fini del sostegno al reddito in costanza di lavoro, che ha affermato l’obbligatorietà di taluni fondi: si pensi oltre a quelli del settore artigiano, anche della somministrazione, dei lavoratori marittimi, del trasporto pubblico e di quello aereo, delle imprese assicuratrici e di assistenza e così via. L’applicazione di tali Fondi è imprescindibile in quanto connessa ad un sistema di prestazioni di welfare contrattuale, demandate dal legislatore delegato, indispensabili a completare il trattamento economico e normativo previsto dalla contrattazione collettiva, rappresentando un diritto contrattuale dei singoli lavoratori che viene attuato attraverso gli strumenti di sostegno al reddito – assegno ordinario e assegno di solidarietà – di volta in volta previsti.

16 maggio 2019

D.U.R.C. E SGRAVI CONTRIBUTIVI

L’ INL chiarisce con la circolare 7 del 2019 che per accedere agli sgravi e benefici contributivi non basta avere il DURC in regola.

La disposizione in parola chiede il “rispetto” degli “accordi e contratti collettivi stipulati da organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale”, ritenendo comunque che anche il datore di lavoro che si obblighi a corrispondere ai lavoratori dei trattamenti economici e normativi equivalenti o superiori a quelli previsti da tali contratti, possa legittimamente fruire dei benefici normativi e contributivi indicati dall’art. 1, comma 1175, della L. n. 296/2006 (in altre parole occorre garantire welfare contrattuale vantaggioso e contribuzione ai fondi di solidarietà di cui al d lgs 148/2018).

https://www.ispettorato.gov.it/it-it/notizie/Documents/INL%20circolare%20n.%207-2019%20Benefici%20normativi%20e%20contributivi.pdf

16 maggio 2019

PRESTAZIONI EBNA

Tutte le imprese che applicano uno dei CCNL Artigiani hanno l’obbligo di contribuzione ad EBNA/FSBA al fine di garantire il welfare contrattuale ai lavoratori dipendenti ed al fine di garantire la contribuzione al fondo di solidarietà di cui al d. lgs 148/2015

Aderendo ad EBNA i titolari di impresa e i lavoratori acquisiscono il diritto alle prestazioni previste dai regolamenti regionali.  http://www.ebac-calabria.it/wp/sostegno-al-reddito

16 maggio 2019

PRESTAZIONI F.S.B.A.

Aderendo ad EBNA si ha l’opportunità di usufruire delle prestazioni economiche previste anche dal Fondo di Solidarietà Bilaterale Artigianato a favore dei lavoratori a cui viene ridotto l’orario lavorativo per motivi congiunturali. Le imprese possono presentare la domanda esclusivamente per il tramite dei Consulenti del Lavoro o dei Centri servizi che dovranno registrarsi sul sito http://www.fondofsba.it/ per ottenere le credenziali di accesso.

25 marzo 2019

Agevolazioni di accesso ad FSBA

Tenuto conto che il 17 dicembre 2018 le Parti Sociali Nazionali hanno firmato un Accordo Interconfederale, con l’obiettivo di agevolare temporaneamente ed in via sperimentale sino al 31/12/2019 l’accesso alle prestazioni FSBA, si evidenzia che la delibera prevede:

1. in via sperimentale, a partire dal 1° gennaio 2019 e fino al 31 dicembre 2019 potranno essere sottoscritti accordi sindacali per la concessione di trattamenti di integrazione salariale di Assegno Ordinario fino ad un massimo di 20 settimane (100 giornate di effettivo utilizzo per orario di lavoro settimanale distribuito su 5 giorni e 120 giornate di effettivo utilizzo per orario di lavoro settimanale distribuito su 6 giorni) comprensive di eventuali periodi residui e fermo restando il meccanismo del biennio mobile; 2. in via sperimentale, dal 1° gennaio 2019, l’applicazione dell’articolo 14 “Utilizzo degli strumenti contrattuali prima della sospensione/riduzione di orario” del Regolamento di FSBA, ai fini della determinazione del diritto alle prestazioni, è sospesa; 3. eventuali richieste eccedenti le disponibilità regionali potranno essere garantite da quanto previsto dall’articolo 17 “riserva finanziaria con finalità perequativa” del Regolamento di FSBA. I relativi accantonamenti verranno riattivati a partire dal 1° gennaio 2019 con le precedenti modalità d’uso salvo quanto potrà essere diversamente convenuto.

25 marzo 2019

Regolarità Contributiva FSBA

In considerazione del periodo particolarmente difficoltoso per le imprese artigiane, in via temporanea, con accordo interconfederale del 4 febbraio 2019,  le parti sociali hanno inteso aumentare il massimale per il calcolo degli Assegni Ordinari o di solidarietà, inoltre nello stesso accordo viene ridotto in via sperimentale il periodo contributivo necessario a maturare il diritto di accesso alle prestazioni FSBA.

La regolarità, prima richiesta dal 1° Gennaio 2016 (data di entrata in vigore della legge istitutiva dei Fondi di solidarietà – d.lgs 148/2015) adesso viene ridotta a 36 mesi consecutivi.